Wayne W. Topping, Ph.D.

Wellness Institute Kinesiology

9 Oxford Piace

Burnley, Lancs., BBI i 3TA

Regno Unito

Tel: 44-1282 433 560

E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Homepage: www.welinesskinesiology.com

 

Il 9 agosto 2010 è scomparso all'età di 72, John Edmond Barton (nato il 22 aprile 1938), cratore della Biokinesiology e uno dei pionieri nel mondo della kinesiologia. Oggi ho scelto un argomento per onorare il mio amico e mentore, John Barton.

Quando ho conosciuto John Barton, nell'estate del 1979, sono rimasto colpito dal numero di modi con cui poteva bilanciare un muscolo e sono rimasto affascinato dal sua modalità nell’usare almeno 361 coppie di emozioni. Di conseguenza, ho deciso di frequentare un corso di Biokinesiology Practitioner di 290 ore nel 1980 presso l'Istituto di Biokinesiology in Talent, Oregon, e poi una successiva formazione continua di 184 ore tra il 1981 e il 1988. Sono stato invitato ad insegnare i principi della Biokinesiologia all'estero nel 1984 e per un periodo di anni lo diviso in più moduli specializzati - Esercizi biocinetici, centri di energia, ecc, per rendere facile l'insegnamento.

La formazione per Operatori per l’Istituto di Biokinesiologia non è più disponibile da dopo il 1981; di conseguenza ho sentito come una delle mie missioni quella di introdurre, nel corso degli anni, alcuni concetti di Biokinesiologia alla comunità del TFH, in modo che altri operatori potessero beneficiare della vasta ricerca di John Barton. Oggi dimostrerò uno di questi concetti concentrandomi sul muscolo quadricipite.

Quadricipiti

Quadricipiti significa quattro punte a testa che occupano la parte anteriore della coscia. Solo uno dei quattro muscoli, il retto femorale, attraversa l'articolazione dell'anca. Gli altri tre muscoli, Vasto Intermedio, laterale e mediale, tutti hanno la loro origine sulla coscia. Tutti è quattro i muscoli si inseriscono sulla rotula e si collegano, mediante il legamento rotuleo, nella tuberosità tibiale. Questi muscoli devono essere in equilibrio onde evitare il deterioramento dell'articolazione del ginocchio. Il gruppo muscolare del quadricipite ha due funzioni primarie. Quando andiamo a spasso, il retto femorale e lo Psoas iniziato la flessione della coscia a livello dell'anca, poi i quattro muscoli del quadricipite estendono la gamba al ginocchio in modo da poter permettere il passo.

Per i primi 20 anni sono stato coinvolto con il test del quadricipite come fatto nel TFH, dalla flessione della coscia sull’anca con una spinta sulla parte distale della coscia come per raddrizzare la gamba. Questo è test per il solo muscolo Retto femorale, degli altri tre muscoli, uno o più potrebbero essere fuori equilibrio e questa prova del test muscolare non è in grado di farcelo sapere. Non appena abbiamo cominciato a fare il test del quadricipite a due mani, spingendo da un lato sulla coscia distale e dall'altro cercando di flettere la gamba all'altezza del ginocchio, abbiamo iniziato a testare i muscoli Vasti. Tuttavia, raccoglievamo gli squilibri del Vasto Intermedio solo come fibre muscolari che corrono parallele da e direttamente sotto il Retto femorale. In Biokinesiology avevamo dei test differenti che ci ha permesso di differenziare tutti e quattro i muscoli del gruppo modificato del quadricipite

Monitoraggio dei quattro muscoli del quadricipite

Retto femorale: il cliente è sdraiato sulla schiena, sollevare la coscia di 70° dal lettino, la parte inferiore della gamba è orizzontale ed è supportata da una delle mani del testante. Esercitare la pressione sul ginocchio come ad estendere la gamba sul piano.

Vasto Intermedio: il cliente, situato sul lettino, con il testante in piedi sul suo lato sinistro, flette il ginocchio destro piegandolo a 45° e tenendo il piede sul piano del lettino. Il testante solleva la gamba sinistra del cliente e mette il suo braccio sotto di essa mentre appoggiata la mano sul ginocchio destro del cliente per stabilizzare e supportare la gamba sinistra con il suo braccio. Il piede è tenuto verticale mentre esercitiamo la pressione sulla caviglia della gamba sinistra verso il basso.

Vasto laterale: posizione del test è esattamente come quella del vasto Intermedio tranne per la posizione del piede che è ruotato medialmente (all’interno). Si esercita la pressione del test sulla fine distale della gamba sinistra premendola verso il basso e leggermente mediale.

Vasto mediale: posizione del test è esattamente come quella del vasto Intermedio tranne per la posizione del piede che è ruotato lateralmente (esterno). Si esercita la pressione del test sulla fine distale della gamba sinistra premendola verso il basso e leggermente laterale.

Ipertono muscolare

In Biokinesiologia riconosciamo per ogni tipo di tessuto, tre condizioni che sono:

  1. a) in equilibrio;
  2. b) che mostra un deficit di energia (ad esempio ipotono muscolare);
  3. e) che mostra un eccesso di energia (ad es. ipertono muscolare; definito sda John Barton "stress eccessivo")

Ogni volta che si testa o monitorizza un muscolo, va eseguito una carezza con la mano sul meridiano concezione o governatore per tonificare creando un picco di maggior energia attraverso il circuito, quindi controlliamo il muscolo. Se il muscolo sblocca, abbiamo troppa energia (ipertono muscolare).

Ad esempio, come illustrato nella figura I a pagina 5 di TFH: complet edition, la porta della cucina è tenuta in loco da due molle, questo è un semplice modello per illustrare che quando si indebolisce un muscolo, il muscolo opposto si ipercontrae. Così, una debolezza generale del quadricipite (ipotonici) può causare un ipercontrazione dei muscoli posteriori della coscia (ipertonici) e far diventare i muscoli addominali ipotonici che a loro volta causa l’ipertonia dei muscoli della schiena. Vasto laterale e vasto mediale mostrano spesso questo rapporto ipotonico/ipertonico.

Cosa siamo testando?

Ogni volta che facciamo nel TFH un test muscolare, assumiamo che stiamo testando il muscolo. John Barton ha utilizzato la localizzazione del circuito per determinare cosa era fuori equilibrio e ha scoperto che potrebbe essere sia muscoli, che tendini, legamenti o fascia. Così quando stiamo monitorando il muscolo Vasto Intermedio, un test muscolare scarico potrebbe essere dovuto ad il suo muscolo ipotonico o dal suo tendine. Questo è importante perché le sostanze nutritive e le emozioni per bilanciare il muscolo o i suoi tendini sono differenti. Inoltre, l'esercizio biocinetico che bilancia il muscolo e lo stesso del tendine solo che ha bisogno di essere tenuto il doppio del tempo.

Dalla Localizzazione del Circuito dei tessuti e l'uso delle emozioni per vedere qual è la correlazione con i meridiani, John Barton è stato in grado di collegare più di 1000 differenti tessuti cinetici - muscoli, tendini, legamenti, le cartilagini, fasce, dischi intervertebrali, e membrane sinoviali! - con i loro rispettivi meridiani. Per darvi un'idea di ciò che questo significa prendiamo in considerazione il meridiano del cuore. Nel TFH abbiamo un solo muscolo associato al meridiano del cuore, il  sottoscapolare. In BK abbiamo 54 differenti tessuti cinetici connessi con il meridiano del cuore!

La relazione con altro antagonista

In precedenza abbiamo parlato della  correlazione fisica tra agonisti e antagonisti, come i bicipiti ed i tricipiti. John Barton ha riconosciuto l’esistenza anche di un abbinamento energico basato sui meridiani.

Immaginate due tessuti (A e B) che si trovano in equilibrio sulle estremità opposte di un braccio di una leva (traballante vacillante). Quando una estremità dell’altalena scende, ad esempio un muscolo diventa ipotonico o non ha abbastanza energia, il tessuto dall'altra estremità dell’altalena diventa ipertonico o con troppa energia.

Se il tessuto A è legato al Meridiano della Vescicola Biliare allora il tessuto B è legato al meridiano del fegato. Un altra correlazione è quella tra il meridiano della milza in A legata al meridiano dello stomaco B. Questo è il classico rapporto marito/moglie all'interno di ciascuno dei cinque elementi. Gli otto meridiani extra sono accoppiati così di seguito:

 

Centrale (Concezione) – Governatore (Direttivo)

Vitae - Cintura

Mobilità Yin - Mobilità Yang

Regolazione Yin - Regolazione Yang

 

Bilanciando una delle estremità dell’altalena si bilancia contemporaneamente l'altra estremità. Questo fenomeno ha alcuni evidenti vantaggi. Ad esempio, l'antagonista del tendine del vasto mediale è la cartilagine pubica. La stessa nutrizione equilibrerà entrambi i tessuti. Lavorare con uno dei tessuti con la serie di emozioni bilancia l'altro. Tuttavia, fare l'esercizio biocinetico per il tendine  del vasto mediale, che si tratta di ipotono o ipertono, dovrebbe contribuire anche ad equilibrare la cartilagine pubica.

Ci si potrebbe chiedere, perché è importante bilanciare una cartilagine, fascia, disco o tendine? I sintomi si verificano ogni volta che un tessuto specifico è fuori equilibrio. Quando il tessuto ritorna in equilibrio, i sintomi scompaiono. Ad esempio, in un'occasione stavo mangiando un insalata cruda, quando all'improvviso ho avuto forti crampi addominali. I muscoli controllati successivamente hanno verificato che ero allergico ad uno qualsiasi degli ingredienti ed ha scoperto che ero temporaneamente sensibile alle carote. Ho controllato sull’indice del libro fatto dall'Istituto di Biokinesiologia ”Allergies: How to Find and Conquer” la voce. Erano elencati sei tessuti:

Capo N ° 2  dell’adduttore mediale dell’alluce                     Obliquus Capitis Inferiore Superiore

Tendine del Bulbocavernoso                                                Tendine del semitendinoso

Iliaco                                                                        Tendine del Serratus posteriore Superior # 1

Controllando ciascuno con la Localizzazione del circuito, ho scoperto che il muscolo Iliaco era fuori equilibrio, dopo aver fatto l'esercizio biocinetico per questo muscolo e il mio crampo intestinale scomparve immediatamente.

Faccio un inciso; alcune persone potrebbero non essere comoda a bilanciare per eliminare le allergie, quindi permettetemi di dare un'altra prospettiva. Le allergie sono solo uno dei tanti sintomi che una persona può manifestare quando un tessuto specifico è fuori equilibrio. Pertanto, è possibile utilizzare l'allergene per identificare un tessuto specifico che, una volta in equilibrio, sarà in grado di eliminare molti sintomi che la persona può manifestare. Mi ricordo che lavorando con una donna che aveva un dolore al coccige da circa tre settimane insieme ad una allergia di lunga data al latte. La Localizzazione del Circuito di sette diversi tessuti potrebbero essere causa della sensibilità ai prodotti lattiero-caseari ed ho trovato il muscolo estensore bilaterale del coccyge debole. I sintomi elencati da John Barton per questo muscolo sono:

Allergia ai latticini, germogli di erba medica; Erba medica, lassativo, Consolida-pepsina, Kelp, erbe diuretici [questi cinque prodotti sono degli integratori della società di Douglas Cooper]. Gas. Disorientamento. Dolore al coccige. Male allineamento del coccige. Coccige piegato in avanti troppo lontano. Bordo dei denti? cefalea temporale.

Ho messo in equilibrio questo tessuto lavorando con le emozioni ed il test muscolare ora mi indicava che la sensibilità ai prodotti lattiero-caseari non c'era più e i suoi dolori al coccige era scomparsi. Lei era così eccitata che è andata al piano di sopra a svegliare il marito e gli mostrò come poteva rimbalzare su e giù sul lato del loro letto, libera dal dolore!

Ritornando al quadricipite

Mentre un muscolo, come il gran dorsale, il Grande o Piccolo Rotondo si comporta come un singolo muscolo per quanto riguarda le sostanze nutritive, emozioni e meridiano principale, alcuni altri muscoli possono essere suddivisi ulteriormente. Ad esempio, anche se in TFH consideriamo il Dentato Anteriore come un muscolo singolo, in BK John Barton ha trovato che è un gruppo di nove distinti muscoli ed i loro relativi tendini associabili ad almeno 12 diversi meridiani. In BK il dentato anteriore #3 è lo stesso del test muscolare che facciamo nel TFH ed è associato con il meridiano del polmone.

I quattro muscoli del gruppo del quadricipite sono generalmente riconosciuti come quattro muscoli distinti. Tuttavia, il retto femorale è attaccato alla sua origine da due tendini separati - cioè Capo diritto del tendine del retto femorale e Capo riflesso del tendine del Retto femorale. I due tendini e le due parti del muscolo del retto femorale, a cui si connettono, si comportano come quattro unità ben distinte, con emozioni e meridiani diversi. Possono essere bilanciati insieme tutti e quattro contemporaneamente con lo stesso esercizio biocinetico. La distinzione è però importante, perché i sintomi relativi a ciascuno di lorto sono molto diversi.

Ad esempio:

Capo diritto del tendine del retto femorale: allergia a tutti i prodotti alimentari ad eccezione di fichi, uva passa, patate, agrumi. Dolori al ginocchio. Difficoltà nel sollevare le gambe mentre cammina. Sensibilità all’acqua inquinata.

Capo riflesso del tendine del Retto femorale: Allergia alle albicocche, al miele. Gambe deboli. Malessere. Dolore all’osso occipitale. Mal di testa posteriore (occipitale).